La formazione dei dipendenti pubblici è un elemento centrale per il legislatore italiano nelle attività di prevenzione della corruzione.

Pochi giorni fa è stato pubblicato da ANAC il testo definitivo del Piano Nazionale Anticorruzione 2019-2021, che riporta:

“L’incremento della formazione dei dipendenti, l’innalzamento del livello qualitativo e il monitoraggio sulla qualità della formazione erogata in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza possono costituire obiettivi strategici che gli organi di indirizzo dell’amministrazione sono tenuti ad individuare quale contenuto necessario del Piano Anticorruzione.”

I Responsabili della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza sono dunque tenuti a definire procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione.

La Legge 6 novembre 2012 n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, cosiddetta “Anticorruzione”, modificata dal D. Lgs 97/2016, indica chiaramente all’articolo 1 – comma 8 – come il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza definisce procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione.

L’RPCT deve inoltre individuare di concerto con i dirigenti responsabili delle risorse umane e con l’organo di indirizzo politico fabbisogni e categorie di destinatari degli interventi formativi.

Si tratta dunque per l’Ente e le società Pubbliche di adempiere ad un obbligo delicato e al contempo complesso, che coinvolge in maniera profonda tutte le strutture dell’Ente. Questa attività inoltre deve poter sempre più parlare di casi concreti facendo acquisire ai dipendenti capacità tecniche e comportamentali.

Un obbligo e un impegno per gli Enti che devono potersi affidare a società in grado di assicurare esperienza e capacità acquisite nel tempo sul campo.

 

DigitalPA: Affidabilità ed Esperienza al servizio dell’Innovazione

Vanno proprio nella direzione indicata dalle linee guida ANAC i corsi di formazione erogati dalla DigitalPA che portano “in aula” tutte le indicazioni normative e le disposizioni contenute nel Piano Nazionale Anticorruzione: un approccio innovativo che introduce casi concreti, coinvolge i dipendenti stessi come docenti nella formazione e riporta attività pratiche relative alla redazione della Trasparenza Amministrativa.

Tra i servizi offerti da DigitalPA è presente inoltre il supporto all’aggiornamento del Piano Triennale Anticorruzione e Trasparenza tramite la piattaforma ANAC di acquisizione dei Piani triennali e delle relazioni annuali attiva da luglio 2019. DigitalPA si occupa inoltre di audit presso il Cliente, della raccolta ed elaborazione di dati e informazioni e del relativo monitoraggio.  Il tutto per offrire un servizio integrato e completo alla vasta platea del settore pubblico.

I corsi includono:

  • Materiale didattico (slide e materiale formativo);
  • Attestato di partecipazione per la rendicontazione;

e potranno essere erogati in diverse modalità, a seconda delle esigenze:

  • e-learning;
  • lezioni frontali;
  • corsi in house.

 

Scopri di più sul programma completo del corso

servizi-formazione-anticorruzione-trasparenza-digitalpa