Il MIT e l’ANAC hanno confermato l’interpretazione di DigitalPA in merito al metodo di calcolo della soglia di anomalia (Art. 97 D.Lgs. 50/2016), che inizialmente aveva suscitato molteplici dubbi e perplessità nelle Stazioni Appaltanti.

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha recentemente emanato la Rassegna ragionata dei pareri di precontenzioso su due argomenti importanti: la verifica dell’anomalia, parere molto atteso dagli addetti ai lavori, e requisiti speciali di partecipazione (leggi qui l’articolo di approfondimento).

Proprio sul tema della verifica dell’anomalia si era diffusa una motivata incertezza circa l’interpretazione dei metodi di calcolo da utilizzare al fine di raggiungere una soglia di anomalia aderente al dettato normativo. Sin da subito si erano diffuse varie e contrapposte interpretazioni in particolare sulla lettera d)

“la soglia calcolata alla lettera c) è decrementata di un valore percentuale pari al prodotto delle prime due cifre dopo la virgola della somma dei ribassi di cui alla lettera a) applicato allo scarto medio aritmetico di cui alla lettera b)”.

Ad aggravare i dubbi e le difficoltà dei diversi RUP e seggi di gara, erano state le diverse Sentenze che sul tema si alternavano tra la preferenza di un metodo prima e del suo opposto poi.

 

DigitalPA, sempre in linea con gli ultimi aggiornamenti normativi

I Clienti DigitalPA possono stare tranquilli. Sin dalla prima settimana dopo l’uscita dello Sblocca Cantieri (leggi l’articolo di luglio 2019) i nostri consulenti di e-Procurement hanno studiato e approfondito le tematiche del Decreto, giungendo all’interpretazione che oggi viene confermata anche dall’ANAC:

chiarendo che la corretta trasposizione in termini matematici del passaggio indicato alla lettera d) dell’art. 97, comma 2, è la seguente: PS –(SM*P/100) dove: PS è la soglia di cui alla lett. c), calcolata come somma di media aritmetica e scarto medio; SM è lo scarto medio aritmetico di cui alla lett. b); P è il prodotto [di cui alla lettera d)] delle prime due cifre dopo la virgola della somma dei ribassi [di cui alla lett. a)”

La soluzione di e-Procurement che garantisce compliance

La nostra piattaforma di e-procurement Acquisti Telematici si conferma perfettamente in linea anche per le scelte più prettamente amministrative, quali il carattere giuridico di subprocedimento della verifica dell’anomalia, di cui nella nostra piattaforma si tiene traccia nel procedimento amministrativo principale. Ancora, sull’ampia possibilità fornita ai nostri Clienti di procedere in piena libertà sull’istruttoria di un’anomalia cosiddetta facoltativa.

 

Scopri di più sul software più diffuso in Italia per gli Appalti

acquisti-telematici-gare-albo-fornitori