Quali sono le attività che la stazione appaltante deve compiere per la verifica dei requisiti di partecipazione alle gare d’appalto? Un’attenta analisi delle casistiche di esclusione e dei criteri di selezione definite nel Codice dei Contratti Pubblici del 2016.

Due dettagliati articoli, l’80 e l’83, parte dalla sezione del Codice dedicata alla Selezione delle offerte, definiscono rispettivamente i motivi di esclusione, e i criteri di selezione e soccorso istruttorio nelle procedure di gara.

La verifica dell’assenza delle violazioni specificate nel Codice si accompagna infatti all’applicazione di precisi criteri di selezione, da eseguire nel rispetto dei principi di imparzialità e trasparenza. Tutte attività che vanno espletate dalle amministrazioni prima ancora che venga formalizzato il provvedimento di aggiudicazione.

MOTIVI DI ESCLUSIONE E CRITERI DI SELEZIONE NELLE GARE

Tra i motivi di esclusione si distinguono in primo luogo:

  • Condanne penali e infiltrazioni mafiose connesse a misure interdittive emesse nei confronti di diversi organi dell’azienda variabili a seconda della tipologia di azienda stessa
  • Violazioni legate a obblighi relativi al pagamento di imposte, tasse o contributi previdenziali che siano, nello specifico, ostative al rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)
  • Infrazioni legate a salute e sicurezza sul lavoro, situazioni fallimentari e molte altre casistiche legate anche al subappalto

Pur rimandando alla consultazione del Codice per un elenco dettagliato di tutti i motivi di esclusione, sottolineiamo quanto in questa fase preliminare sia importante anche la verifica di attestazioni quali:

  • AVCPASS (ottenibile attraverso il SIMOG) che certifica il possesso dei requisiti necessari conformi alle direttive ANAC dedicate all’anti-corruzione
  • Attestazione SOA (in caso di affidamento di lavori), relativa a requisiti di carattere speciale comprovante la capacità di esecuzione e che certifica il possesso di tutte le qualità dell’operatore economico definiti nel Codice

Per quanto riguarda invece la fase di selezione entrano in gioco requisiti di idoneità tecnica e professionale, nonché legati alle capacità economiche e finanziarie.

WEBINAR DIGITALPA: LA VERIFICA DEI REQUISITI NELLE PROCEDURE DI GARA

In questo contesto articolato in cui è fondamentale avere i giusti strumenti per realizzare la verifica e applicare contestualmente stringenti criteri di selezione, DigitalPA ha organizzato un Webinar di approfondimento che ha come relatore il Dott. Marco Terrei. Il Dott. Terrei è Consulente Senior in società partecipate e vanta trent’anni di attività nella Pubblica Amministrazione, di cui gli ultimi dieci nella gestione di appalti pubblici.

Webinar Verifica dei Requisiti di Gara - Terrei

L’obiettivo del webinar formativo live, programmato per il 5 Marzo dalle 9 alle 12 (3 ore), è analizzare e individuare gli strumenti di controllo dei requisiti di partecipazione di cui all’art. 80 e 83 del Codice dei Contratti Pubblici del 2016, dedicati rispettivamente ai requisiti di carattere generale e ai requisiti di carattere tecnico, professionale, economico e finanziario.

Grazie a questi strumenti le amministrazioni possono evitare di disperdere risorse economiche e incorrere in sanzioni nelle fasi successive all’aggiudicazione.

ISCRIVITI AL CORSO

 

Verifica art.80 semplificata: Il Modulo Richiesta del DURC online

Le stazioni appaltanti coinvolte in procedure di gara hanno ora a disposizione il nuovo Modulo DURC all’interno della piattaforma di e-Procurement Acquisti Telematici. Il modulo semplifica e velocizza l’intero procedimento di verifica e acquisizione del documento, consentendo di farne richiesta direttamente all’INAIL. Il documento acquisito diventa consultabile nel profilo dell’operatore economico interessato o già assegnatario dell’appalto.

Software e-procurement Acquisti Telematici

Approfondimenti:

iscriviti alla Newsletter di DigitalPA