Posti esauriti per gli appuntamenti di formazione online DigitalPA sull’utilizzo dei nuovi servizi digitali ANAC per la gestione degli appalti e sugli obblighi di trasparenza e di pubblicità legale in materia di contratti pubblici. Ora disponibili le nuove FAQ per rispondere ai dubbi normativi e procedurali più pressanti di RUP, delegati e Uffici Gare

Hanno riscosso un notevole successo di pubblico i webinar DigitalPA dedicati a come gestire nell’operatività quotidiana la digitalizzazione del ciclo di vita dell’appalto, in linea alle disposizioni del D.Lgs. 36/2023.

Centinaia di partecipanti, provenienti da numerosi Enti e Società pubbliche di tutta Italia, hanno seguito i corsi di specializzazione in diretta streaming, ponendo centinaia di domande ai relatori: il Dott. Giovanni Salutari, direttore della sede di Sulmona e Consulente Senior in ambito legale ed e-Procurement, l’Avv. Chiara Colangelo, consulente legale, e il Dott. Gianluca Incani, Consulente Senior Anticorruzione e Trasparenza.

A riscuotere il maggiore interesse sono state le tematiche più legate alla “nuova operatività” nella gestione degli appalti, illustrate con esempi pratici sulla PAD certificata Acquisti Telematici e sul software trasparenza PA: le schede da inviare ad ANAC in ogni fase del contratto (obbligatorie, facoltative, quali scegliere a seconda della tipologia di procedura), come generare il link alla BDNCP da pubblicare in Amministrazione o Società Trasparente e quali documenti pubblicare nella sottosezione “Bandi di gara e contratti”, e gli adempimenti da assolvere per gli appalti banditi dal 1° gennaio 2024.

Per rispondere alle tante domande emerse durante i due incontri formativi, i consulenti DigitalPA hanno messo a disposizione una nuova pagina di FAQ dedicata.

Data la grande partecipazione di pubblico, giovedì 13 giugno è in programma un nuovo appuntamento webinar dedicato all’Orchestratore ANAC, nel quale verranno illustrate le novità dell’ultima versione pubblicata dall’Autorità lo scorso 27 maggio.

Webinar Orchestratore ANAC, le schede di interoperabilità

Formazione online DigitalPA: gli appuntamenti del ciclo Digitalizzazione Appalti 2024

Orchestratore ANAC: come utilizzarlo per la corretta scelta delle schede in ogni fase della procedura di affidamento | ISCRIVITI ORA

Trasparenza e obblighi di pubblicazione per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture | ISCRIVITI ORA

FVOE, DGUE elettronico, eForm: le nuove modalità del sistema di interoperabilità | ISCRIVITI ORA

Esplora il catalogo di corsi online per la PA

Gestione digitale degli appalti e adempimenti di trasparenza 2024, le domande del pubblico

I consulenti DigitalPA hanno selezionato i quesiti ricorrenti dei partecipanti al webinar, che abbiamo raccolto in una pagina dedicata. Di seguito un breve estratto delle domande più frequenti.

Che cos’è l’Orchestratore? Dove si trova? Dove posso consultare gli step previsti per la compilazione delle giuste schede?

Il cosiddetto “Orchestratore” è il file Excel messo a disposizione da ANAC per permettere a RUP e delegati di seguire il flusso di schede corretto da inviare all’Autorità per ogni tipologia di procedura. Applicando i filtri, sarà possibile capire quale scheda è necessario inviare a seconda della fase (programmazione, progettazione, affidamento, esecuzione) e quali sono le schede successive, in ordine cronologico.

Il file viene regolarmente aggiornato ogni volta che ANAC rilascia nuovi aggiornamenti tecnici per la PCP e la BDNCP, e si può scaricare qui.

Se pubblico tutti i dati relativi alla gara sulla piattaforma di e-procurement e inserisco il link in trasparenza, ho assolto i miei obblighi di pubblicazione?

Per completare gli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. 36/2023 e relative Delibere ANAC, oltre ai dati menzionati e al link al singolo CIG, occorre pubblicare in Amministrazione/Società trasparente la documentazione prevista dall’Allegato I alla Delibera ANAC n. 264/2023 (come modificato e aggiornato dalla Delibera n. 601/2023), ovvero i documenti che restano esclusi dall’invio alla BDNCP.

Il link alla BDNCP deve essere inserito per la singola procedura o può essere un link generico alla Banca Dati?

Il link alla BDNCP da pubblicare sul portale della trasparenza deve rimandare al singolo CIG. L’Autorità ha specificato che i link generici alla Banca Dati non assolvono gli obblighi previsti dal Codice dei Contratti.

Per sollevare Enti e Società Pubblica dall’incombenza di recuperare e pubblicare i link, il software TrasparenzaPA automatizza questo processo, grazie all’esclusivo modulo ANAC Importer.

Che cos’è la PVL?

La Piattaforma per la pubblicità a valore legale (PVL) garantisce la pubblicazione in ambito nazionale di bandi e avvisi relativi ai contratti pubblici. Per la pubblicità in ambito nazionale, la Piattaforma per la pubblicità legale presso la BDNCP sostituisce la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, serie speciale relativa ai contratti pubblici.

Leggi tutte le FAQ su contratti pubblici e obblighi di pubblicazione

TrasparenzaPA e Acquisti Telematici: appalti e adempimenti in un’unica suite certificata AGID

✅ Piattaforma di e-Procurement certificata AgID ✅ Interoperabilità con ANAC in tutte le fasi dell’appalto ✅Import automatico dei CIG da BDNCP e PVL ✅Pubblicazione automatica link alla BDNCP ✅ Formazione, supporto e consulenza normativa

Richiedi una demo del Software TrasparenzaPA, certificato da ACN
 

 

iscriviti-newsletter-newsdigitalpa-2024