Entrato in vigore da ormai diversi giorni, il DL Semplificazioni ha messo i RUP in serie difficoltà interpretative. I maggiori dubbi che, al momento, restano sospesi nell’attesa della Legge di conversione riguardano la definizione delle soglie e i metodi di applicazione del principio di rotazione.

Dubbi di interpretazione DL Semplificazioni: la determinazione delle soglie

Il primo dubbio riguarda l’esatta definizione delle soglie utili a delimitare l’ambito di applicazione dell’affidamento diretto.

L’Art. 1 comma 2 lettera a) recita: “… affidamento diretto per lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 150.000 euro e, comunque, per servizi e forniture nei limiti delle soglie di cui al citato articolo 35.
Dal tenore letterale sembra che, per servizi e forniture, si possa procedere con affidamento diretto fino alle soglie di cui all’articolo 35.

La norma in questione sembra contrastare tuttavia con la lettera b) del medesimo comma nel quale invece si stabilisce che, per servizi e forniture da 150.000 Euro alle soglie, si DEVE procedere con procedura negoziate ex articolo 63, invitando almeno 5 operatori economici.

La contraddizione tra i due commi è dunque evidente e le correnti di pensiero si moltiplicano sulle diverse interpretazioni.

Dubbi di interpretazione DL Semplificazioni: il metodo di applicazione del principio di equa rotazione

Altro aspetto controverso che ha impegnato i RUP in scelte e prese di posizioni divergenti, è relativo al metodo di applicazione del principio di equa rotazione.

L’Articolo 36 comma 1 del Codice, che non è stato modificato dal D.L., prevede che gli inviti: “…avvengono nel rispetto dei principi di cui agli articoli 30, comma 1, 34 e 42, nonché del rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti“.

Pertanto sembra esserci una sorta di doppio binario: per gli affidamenti diretti, l’equa rotazione deve tenere in considerazione sia i precedenti inviti sia i precedenti affidamenti, mentre per le procedure negoziate (richiamate alla lettera b) comma 2 articolo 1 del Decreto), l’equa rotazione va applicata tenendo conto soltanto dei precedenti inviti.

La diversità di principio mal si concilia dunque con il buon andamento della Pubblica Amministrazione e soprattutto, interpretando quanto riportato nel testo,  non è comprensibile la diversità di trattamento sui metodi da attuare.

Anche in riferimento alla dislocazione delle imprese invitate, non si riesce a capire se l’inciso: “…che  tenga  conto  anche  di  una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate” sia da intendersi in senso estensivo o in senso restrittivo, se si debba tener conto territorialmente della sede legale o della sede operativa e, ancora, se si debba guardare ad un limite territoriale di tipo comunale, provinciale o regionale.

Resta ancora nel dubbio anche la possibilità di poter svolgere una procedura aperta sotto soglia comunitaria, ipotesi apparentemente vietata dal legislatore del Decreto in questione.

Le incertezze sono quindi tante e non tarderanno ad arrivare altri e nuovi interrogativi.

DigitalPA, punto di riferimento per molte stazioni appaltanti, oltre ad aver adeguato tempestivamente la propria piattaforma di eProcurement, è impegnata nella difficile interpretazione degli aspetti oscuri del Decreto Semplificazioni, al fine di offrire consulenza e affiancamento agli Enti nel regolare svolgimento delle proprie attività.

 

acquisti-telematici-software-appalti-decreto-semplificazioni


APPROFONDIMENTI SUL DECRETO SEMPLIFICAZIONI

webinar-decreto-semplificazioniIl 29 settembre 2020 dalle ore 10 alle ore 12 approfondiremo tutte le novità del Decreto Semplificazioni con il Dott. Maurizio Cari, esperto consulente che si occupa di assistenza, formazione e supporto al RUP per gli appalti di lavori.

Il Dott. Cari analizzerà il recente Decreto Legge Semplificazioni, le deroghe e le novità introdotte sugli appalti pubblici. Esaminerà i problemi pratici sull’applicabilità delle procedure aperte nel sottosoglia e sulle aggiudicazioni.

Contatta un nostro consulente, il preventivo è personalizzato in base al numero di partecipanti del tuo Ente o Società.

Iscriviti ora al webinar

Scarica la locandina del webinar >


 

 

 

Approfondimenti

DL Semplificazioni: i cambiamenti per gli appalti pubblici

Come partecipare agli appalti con le carte in regola

iscriviti-newsletter-newsdigitalpa